Recupero e vendita inerti

Recupero inerti

La ditta B. & B. di Ballan & C. Srl gestisce direttamente un impianto di frantumazione ed offre alle imprese di costruzione un partner affidabile sia per il recupero dei rifiuti edili che per l’acquisto di materie prime secondarie.

Recuperare materiale inerte è molto importante nel settore delle costruzioni e ci si potrebbe sorprendere dalla quantità di materiali che sono effettivamente realizzati con prodotti riciclati. Con questo in mente, è importante sapere che il recupero degli inerti è più importante di quanto la maggior parte delle persone immagini, e si tratta solo di sfruttare al meglio i materiali che sono rimasti dalle lavorazioni e trasformarli in qualcosa che poi si possa utilizzare.

I materiali inerti sono classificati come rifiuti che non subiscono trasformazioni fisiche, chimiche o biologiche significative ed è improbabile che influenzino negativamente altre materie con le quali vengono a contatto. I materiali inerti derivanti da demolizione, che comprendono mattoni, cemento, calcestruzzo, se opportunamente lavorati, possono essere nuovamente impiegati in edilizia per la realizzazione di sottofondi, massicciate etc.

I nostri servizi di di rimozione dei rifiuti inerti possono aiutare a rimuovere tutti i residui di rifiuti e demolizioni dal sito dopo lavori di scavo e demolizione. Il nostro team di esperti può lavorare con voi per capire con quali rifiuti avete a che fare e definire il vostro progetto per soddisfare i vostri requisiti specifici, garantendo nel contempo che la rimozione sia rispettosa dell’ambiente.

AUTORIZZAZIONE IMPIANTO
L’attività è iscritta al Registro della Provincia di Padova in procedura semplificata al n. 68/PD autorizzato con AUA n° 205/AUA/2015 del 20/01/2015.

ELENCO CODICI C.E.R

Tipologia: 7.1

Descrizione: rifiuti costituiti da laterizi, intonaci, conglomerati di cemento armato e non

Codici C.E.R.: 101311 – 170101 – 170102 – 170103 – 170107 – 170802 – 170904

Codice di Recupero: R5 – R13

I materiali da demolizione – come laterizi intonaci, conglomerati di cemento armato e non – possono essere recuperati secondo le modalità previste dal D.M. 05.02.98 e trasformate in materie prime secondarie per l’edilizia, mediante la frantumazione degli inerti.

Attraverso l’impianto di trattamento rifiuti vengono eseguite tutte le fasi di lavorazione per l’ottenimento di materie prime secondarie, inerti, riciclato per sottofondi (mistone 0/80, stabilizzato 0/30, sabbia 0/8, ecc.).

In tutti i casi sopra elencati si tratta di materie prime con caratteristiche conformi alle indicazioni del Ministero dell’ Ambiente e della Tutela del Territorio del 15 luglio 2005, n. UL/2005/5205

Per rispondere alle richieste del mercato edile, B. & B. di Ballan & C. Srl dispone oggi:
un’area stoccaggio di circa 15.000 mq, che consente la temporanea messa in riserva dei rifiuti recuperabili nelle fasi di conferimento e valutazione; un impianto di frantumazione inerti, composto da una serie di macchine idonee a completare il ciclo di frantumazione (macinazione, vagliatura, selezione granulometrica e separazione frazione metallica da quelle indesiderate).

L’azienda offre inoltre la possibilità di effettuare campagne mobili di attività di recupero di rifiuti inerti direttamente nei cantieri edili con l’impiego di un impianto mobile per le operazioni di frantumazione e vagliatura il quale, attraverso un processo qualificato, permette di utilizzare il materiale inerte riciclato, nell’ambito di infrastrutture, costruzioni edili e stradali.

AUTORIZZAZIONI TRASPORTI

La ditta inoltre è autorizzata al trasporto di rifiuti in cat. 4 dell’Albo Gestori Ambientali n° VE01184, oltre che all’intermediazione di rifiuti in cat. 8.

Vendita inerti

Nel proprio impianto di recupero B. & B. di Ballan & C. Srl produce 4 tipi di inerti aggregati riciclati secondo la norma UNI EN 13242:2008 con la relativa marcatura CE (secondo il sistema di Attestazione tipo 4), che vengono reimpiegati in sostituzione degli aggregati naturali, per la realizzazione di rilevati, sottofondi stradali, strati anticapillari o riempimenti di vario genere, ecc.

Abbiamo investito molto in attrezzature specializzate per produrre inerti frantumati di alta qualità a vari gradi. I nostri aggregati riciclati, disponibili in tutte le dimensioni e gradi, sono pronti per l’uso in una vasta gamma di applicazioni e possono essere consegnati o raccolti dalla nostra cava. Forniamo inerti perfetti per principali sviluppi nel campo dell’edilizia e dell’ingegneria civile: vendita materiale inerte come ghiaia, sabbia, getto, pietrisco, stabilizzato, frantoio e ghiaietto.

Riciclare gli inerti che derivano dalla costruzione e demolizione, consente di ottenere prodotti economici, ma al tempo stesso di ottima qualità e utilizzabili in molteplici settori, da riempimento di scavi, le fondazioni stradali, realizzazione di piazzali e copertura di discariche.

I NOSTRI PRODOTTI RICICLATI

Nome
Origine
Processo Produttivo
Utilizzo
Caratteristiche prestazionali ai sensi Circolare_n°_5205/2005
Prove effettuate
Denominazione CE
Mistone riciclato 0-85 mm
Rifiuti speciali inerti
Selezione e frantumazione
Rilevati stradali, riempimenti o piazzali
C1 – Corpo dei rilevati
Test di cessione + Analisi geotecnica + Prove aggiuntive per marcatura CE
CE 0/65 – categoria GA85 (UNI EN 13242)
Riciclato secco CLS 30-85 mm
Rifiuti speciali inerti
Selezione, frantumazione e vagliatura
Strati anticapillari
C5 – Strati accessori, aventi funzione antigelo, anticapillare, drenante, etc.
Test di cessione + Analisi geotecnica + Prove aggiuntive per marcatura CE
CE 31.5/80 – categoria GC85-15 (UNI EN 13242)
Stabilizzato riciclato CLS 0-30 mm
Rifiuti speciali inerti
Selezione, frantumazione e vagliatura
Sagomature strade e piazzali o rinterro scavi
C2 – Sottofondi stradali
Test di cessione + Analisi geotecnica + Prove aggiuntive per marcatura CE
CE 0/31.5 – categoria GA85 (UNI EN 13242)
Sabbia riciclata 0-8 mm
Rifiuti speciali inerti
Selezione, frantumazione e vagliatura
Rinterro tubazioni o sottofondi per piazzali
C1 – Corpo dei rilevati
Test di cessione + Analisi geotecnica + Prove aggiuntive per marcatura CE
CE 0/10 – categoria GA85 (UNI EN 13242)